Edardo Cravero - PHOTOGRAPH[Y] di Edoardo Cravero

Vai ai contenuti

Edardo Cravero

BIOGRAFIE
Edoardo Cravero
-  FINE ART PHOTOGRAPHER  -
Amo cogliere i dettagli dell'anima, portare fuori dal soggetto ritratto il suo Io più nascosto,
lasciare che si racconti davanti all'obbiettivo, metterlo a suo agio senza forzature...








Fotografo professionista dal 1988, mi occupo di servizi matrimoniali e ritratti dal 1990.
Dal 1997 ho iniziato a lavorare nel mondo della danza, portando avanti delle ricerche personali ed esponendo in alcune mostre personali e collettive.
Vivo la fotografia come continua passione e ricerca, nel campo della fotografia artistica, con maggior interesse per la danza e la streetphotography.
Portrait
Il ritratto, l'emozione di fermare il tempo, di regalare l'immortalità di un gesto, di un volto, raccontare l'anima del soggetto, rubarla dal suo corpo per fermarla un tempo sulla pellicola e adesso su un sensore. Per restituirla, infine, stampata e incorniciata.
  



Dance
Nella Danza vi è una trasposizione tra Corpo e Anima,
le Anime danzano sul palco insieme ai Ballerini,
si distaccano da essi per poi rientrare nei loro corpi,
in un gioco sottile di linee e trasparenze.
Le Anime sono la presenza costante, i fantasmi,  
di tutti grandi artisti che in passato hanno calcato le scene.

                                                      Torino 15 marzo 2001



Streetphotography

Per me è raccontare.
Raccontare gli spazi, la gente che li occupa, le persone che li vivono,
quelli che si amano, quelli che passeggiano, la vita dei luoghi.

E D O A R D O    C R A V E R O    A U T O R E
  





Inverno 2016, a Parigi fervono i preparativi per il centenario della prima rappresentazione teatrale de “Il Fantasma dell'Opera” quando una serie di decessi, all'interno delle stazioni della metropolitana, scuote una città ancora segnata dagli attentati del novembre 2015.
Sono donne, giovani, in apparenza nessun legame tra loro, tranne alcuni dettagli.
Indagano sui casi l'ispettore Paul Gaillard e la sua giovane vice Nadine Ribaud.
Le loro vite si intrecceranno tra i delitti e la passione, saranno proiettati nel passato ripercorrendo gli eventi, fino ad arrivare alla Belle Epoque.
Ci saranno  indizi che li porteranno a cercare nel mondo della danza, in quello dei tatuatori e persino a sospettare di persone molto vicino a loro due, fino alla soluzione, all'atto finale.
  





Quello sguardo, quegli occhi scuri e profondi entrano nei pensieri di Giulio, nel profondo dell'anima, da subito, e da subito comprende che non usciranno mai più.
L'incontro che cambierà le vite di Elisa e Giulio, avviene in modo casuale, una mattina di tarda primavera.
Si perderanno prima di conoscersi, per ritrovarsi nuovamente, in una situazione drammatica.
Il destino a volte è beffardo, non sappiamo cos'ha in serbo per noi, finché non lo affrontiamo con le nostre forze e con tutte le debolezze dell'essere umano.

Siamo pronti a scegliere tra le ragioni irrazionali del cuore e quelle della mente razionale, tra la certezza e l'incerto futuro?
Photograph[Y]
Edoardo Cravero & Luca Castagno
edoardocravero66@gmail.com
gianluca.castagno@gmail.com
Studio & Gallery
Torino, via Cristoforo Colombo 25 -
+39 3315337249 / +39 3397796098
Torna ai contenuti